FANDOM


Il doppiatore (al femminile doppiatrice) è un attore che, in fase di doppiaggio di un film, telefilm e in generale qualunque contenuto audio/video che necessiti di una voce attoriale, presta la propria voce ad attori stranieri per le edizioni in lingua non originale. Il doppiatore presta la propria voce anche a personaggi non rappresentati con attori reali, o fa da "voce fuori campo", come messaggi radiofonici o cartoni animati e videogiochi di produzione nazionale a cui va attribuita una voce ex novo (vedi Recitazione vocale).

Il mestiere del doppiatore[1] è molto tecnico, e potrebbe sembrare simile a quello di un imitatore, ma credere ciò sarebbe un grosso errore; il mestiere del doppiatore richiede infatti molto occhio, poiché la sua capacità interpretativa deve sempre avere come riferimento la recitazione dell'interprete originario (che però non deve essere parodiata) e di conseguenza non è mai completamente libera, ma sempre vincolata da tempi, intenzioni recitative (da non confondersi con le "intonazioni" che variano da lingua a lingua) e ritmi ben definiti dal visivo.

Tipologie Edit

Esistono due principali tipi di doppiaggio classificati come[2]:

  1. Doppiaggio in sincrono
  2. Doppiaggio in oversound

Doppiaggio in sincrono Edit

Questo tipo di doppiaggio prevede che la voce del doppiatore si sostituisca completamente a quella dell'attore originale; per ottenere questo si deve mantenere una maggiore coincidenza possibile dei movimenti labiali dell'attore con la voce prestata, al punto che lo spettatore possa identificare senza fatica la voce del doppiatore col volto dell'attore originale. Per ottenere un buon risultato è necessario che i dialoghi non vengano soltanto tradotti, ma anche adattati, in modo che coincida la lunghezza delle espressioni della lingua originale con quella tradotta e coincidano persino i movimenti labiali di alcune parole chiave; di qui il concetto di sincronizzazione. Inoltre è importante che il doppiatore abbia una voce adatta al personaggio che dovrà doppiare, al punto che negli ultimi anni si privilegiano doppiatori che abbiano anche una vaga rassomiglianza vocale con l'attore originale. Per il doppiaggio in sincrono è inoltre fondamentale che il doppiatore rispetti il più possibile le pause recitative e l'intensità interpretativa dell'attore a cui presta la voce.

Quando si ottiene un buon risultato, si dice che la voce è ben incollata al volto. Un doppiaggio ben fatto può valorizzare se non addirittura migliorare la prestazione dell'attore originale, e allo stesso modo un doppiaggio mal interpretato o scollato può penalizzarla gravemente.

Doppiaggio in oversound Edit

A differenza del precedente, il doppiaggio in oversound è realizzato con la voce del doppiatore che si sovrappone a quella del personaggio che appare in video, la cui voce in lingua originale rimane udibile in sottofondo. Questa tecnica in Italia è limitata di norma alle interviste e ai documentari. In questo caso non è necessario che la voce sia perfettamente incollata al volto né che vi sia una corrispondenza di intensità interpretativa o equalizzazione adeguata del microfono, tanto che a volte il doppiatore è addirittura di sesso diverso rispetto al personaggio in video. La voce del doppiatore è considerata fuori campo ed è dichiaratamente diversa da quella originale, nei confronti dello spettatore deve quindi sostituire idealmente la voce di un interprete simultaneo.

Note Edit

  1. Il doppiaggio inoltre può essere una necessità tecnica, quando le condizioni ambientali (rumori di fondo, forti riverberi) durante le riprese non consentono di registrare un parlato chiaro. In questo caso però sono gli stessi attori ad auto-doppiarsi.
  2. Questi due ordini per la voce doppiaggio sono stati verificati l’ultima volta il giorno 7 dicembre 2015.

Collegamenti esterni Edit

Community content is available under CC-BY-SA unless otherwise noted.